Charles Mingus  

Peggio di un bastardo Edizione del centenario


BISSUR65_Mingus_PeggioDiUnBastardo_COVER
Traduzione di Ombretta Giumelli
Data di uscita: aprile 2022
Collana: BIGSUR #65
Libro
ISBN: 978-88-6998-305-4
Prezzo: 20.00 €
363 pagine
Ebook
ISBN: 978-88-6998-324-5
Prezzo: 10.99 €
Formato: E-PUB
Paese: Stati Uniti
Parole chiave:

Cento anni fa nasceva Charles Mingus: contrabbassista geniale, tra i maggiori interpreti del jazz del Novecento, ma anche artista profondamente consapevole del proprio ruolo sociale e sempre pronto a esporsi in prima persona per le idee in cui credeva. Al pari della sua musica, il suo personaggio pubblico eccentrico e anticonvenzionale continua ad affascinarci oggi come affascinava la generazione Beat, che fece di lui uno dei simboli della controcultura.

Peggio di un bastardo è la sua unica opera letteraria e il suo testamento artistico. Scritto in terza persona, con una voce narrante che si presenta come il «doppio» di Mingus, è allo stesso tempo un’autobiografia e un romanzo; una dichiarazione d’amore per la musica e un grido di dolore contro il razzismo e le ingiustizie dell’America; una fantasia erotica e un’immersione lirica e commovente nel dolore della vita. La potenza della scrittura e l’originalità della forma narrativa lo rendono un libro irripetibile nella storia del jazz, e uno dei più amati di sempre tra quelli scritti da un musicista.

Oggi Peggio di un bastardo viene riproposto con l’aggiunta di due testi storici: una lettera aperta a Miles Davis e il saggio-manifesto «Cos’è un compositore di musica jazz?», personalissimo omaggio di Mingus alla tradizione e ai grandi del passato, ma anche rivendicazione della vitalità, del presente e del futuro del jazz.

 

Acquista
ebook libro Leggi estratto

Ti potrebbe interessare…


“Ci fanno diventare famosi
e ci danno dei nomi: il Re
di questo, il Conte di quello,
il Duca di quest’altro!
Tanto crepiamo senza il becco di un quattrino. A volte
penso che preferirei morire piuttosto che affrontare questo
mondo di bianchi.”